Come riconoscere una pelle secca?

Una pelle secca è caratterizzata da una carenza di acqua e lipidi nel suo strato più esterno (il famoso film idrolipidico). Questo comporta un’incapacità del derma di trattenere acqua con conseguente secchezza, associata a vulnerabilità e reattività più spiccata ad agenti esterni, quali per esempio smog, vento e freddo, con conseguente arrossamento.

Nelle persone che soffrono di pelle secca sono spesso evidenti screpolature localizzate nelle zone più delicate del viso come naso, guance e contorno occhi. Inoltre la predisposizione all’invecchiamento cutaneo e alla comparsa di rughe sarà maggiore rispetto ad altre tipologie di derma poiché, in seguito all’insufficiente produzione di sebo, con il tempo verrà meno anche il collagene, componente del tessuto connettivo assimilabile a un’impalcatura che mantiene la pelle tesa, soda ed elastica.

Quali sono i sintomi, o meglio, i tratti distintivi che denotano la presenza di pelle secca?

  • Sensazione di pelle che tira
  • Pelle sottile
  • Screpolature e desquamazioni
  • Rossori
  • Poca elasticità
  • Ruvidità al tatto
  • Presenza di rughe sottili.

Quali possono essere le cause che rendono la pelle secca?

Le ragioni che tendono a rendere la pelle secca sono molteplici, ma sicuramente le principali includono:

  • Basse temperature atmosferiche, infatti quando l’aria è fredda e secca molte persone soffrono di secchezza e rossore, segni di una pelle infastidita e facilmente irritabile
  • Contatto prolungato con l’acqua, soprattutto se molto calda, priva la pelle dei suoi oli naturali, dalle proprietà lubrificanti e protettive
  • Idratazione insufficiente, infatti se non assumiamo un quantitativo adeguato di acqua la pelle ne soffrirà. Si raccomanda di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e nelle calde giornate estive anche oltre
  • Detergenti e trattamenti non idonei. Il sapone infatti è un emulsionante, in altre parole una sostanza studiata per scomporre gli oli, è quindi essenziale utilizzare prodotti e attuare una frequenza di detersione corretti per evitare un disequilibrio del film idrolipidico dell’epidermide. Eccessi in tal senso portano a una pelle secca e arida
  • Assunzione di farmaci, infatti alcuni medicinali causano secchezza cutanea
  • Età. La maggior parte delle persone, con il passare del tempo, avverte secchezza cutanea a causa della progressiva compromissione della barriera idrolipidica, a lungo andare si perde infatti la capacità di mantenere costante l’idratazione.

Skincare per pelli secche: i nostri consigli

La scorsa settimana abbiamo visto insieme quali sono i passaggi fondamentali per una skincare ottimale. Vediamo ora le peculiarità da adottare in caso di una pelle secca o molto secca.

Partendo dalla quotidiana pulizia, il detergente utilizzato dovrà essere specifico per questa tipologia di pelle e perciò adatto ad asportare le impurità superficiali senza però risultare aggressivo. In caso di pelle secca sarà particolarmente indicato un latte detergente, fluido cremoso dalla caratteristica texture densa. I lipidi in esso contenuti rappresentano una componente essenziale per assicurare idratazione ed emollienza alla pelle appena detersa. In questa tipologia di prodotto, proprio perché formulato appositamente per pelli delicate e sensibili, sarà frequente trovare anche sostanze lenitive come olio di jojoba e malva, umettanti (glicerina), o ancora acqua termale, vitamine e principi antiage come acido ialuronico.

 

Ciò su cui dovremo puntare per trattare i segni distintivi di una pelle secca assicurandone al contempo nutrizione e protezione, saranno siero, contorno occhi, crema viso e protezione solare.

  • Il siero rappresenta il nostro trattamento specifico che penetra in profondità e che potenzierà l’azione della crema idratante: sono perfetti sieri contenenti acido ialuronico, oli vegetali pregiati, come quelli di cocco o argan, alfa-idrossiacidi, collagene e vitamina E. Anche qui possiamo trovare acqua termale.
  • Il contorno occhi avrà come target la protezione dall’invecchiamento cutaneo, con annessa azione levigante per contrastare le rughe sottili che sono solite formarsi. Tra le sostanze contenute potremo trovare acido ialuronico, vitamina A ed E, olio di mandorle dolci, burro di karité e olio di avocado, o ancora acido glicolico e lipoico. Se si è alla ricerca di un prodotto dallo spiccato effetto lenitivo sono d’aiuto anche soluzioni contenenti principi come lavanda, calendula e bisabolo.
  • La crema idratante dovrà assicurare un effetto rimpolpante, protettivo e nutriente. Si privilegiano principi contenenti vitamina C, acido ialuronico, aloe vera, glicerina, pantenolo, alfa-idrossiacidi, oli vegetali e burri. Alcune formulazioni arricchite con ceramidi sono in grado di imitare i naturali meccanismi di idratazione della pelle, aumentandone i livelli e riducendo la perdita di acqua transepidermica.

 

Martedi 15 marzo approfitta del Beauty Days Lierac per usufruire del 20% o 30% sulla linea Lierac Hydragenist ideale per pelli secche! L’ossigeno biomimetico favorisce l’ossigenazione cellulare e permette di rilanciare i meccanismi di idratazione. L’acido ialuronico igroscopico, conferisce un’idratazione intensa assorbendo fino a 1000 volte il suo peso in acqua. Infine le vitamine C, E, B5 e B6 sono note per le loro proprietà antiossidanti, idratanti e anti-età.

 

  • La protezione solare è invece essenziale per contrastare il foto invecchiamento provocato dai raggi UV. Per tutti i giorni si consiglia una SPF 15+ o 25+. In alcune creme viso il filtro solare è già incluso, in tal caso si potrà saltare questo passaggio. Nei periodi estivi sarà ovviamente necessaria una protezione più alta (30+ o 50+) utilizzando un solare specifico per pelli secche e che protegga contro l’intero spettro solare (UVA e UVB).

 

Con questa tipologia di pelle è bene fare attenzione a non eccedere con i trattamenti esfolianti. Scrub e peeling delicati, da effettuare non più di due o tre volte al mese, consentono di rinnovare il viso asportando le cellule morte, uniformando cosi l’incarnato e stimolando la rigenerazione cellulare. Dopo il trattamento serale sarà essenziale nutrire e idratare a in profondità: largo a creme viso corpose e oli viso.

Se desideriamo invece un boost di idratazione per assicurarci una pelle morbida ed elastica, utilizziamo una maschera viso super nutriente e riparatrice che, come sappiamo, dovremo applicare subito dopo i trattamenti esfolianti.

Il make up ideale per pelli secche

Una skincare adeguata alla tipologia di pelle è la base per la buona riuscita del make up.

Una volta preparata correttamente la pelle del viso saremo pronte per la stesura del fondotinta, in caso di pelli secche meglio utilizzarne uno liquido e cremoso. Al contrario dei prodotti in polvere, infatti, quelli liquidi sono più facili da applicare in modo uniforme, evitando di creare il cosiddetto “effetto maschera”, contendendo di base principi attivi con funzione idratante.

L’utilizzo di un primer aiuterà invece a prevenire la scomparsa del fondotinta durante la giornata. Per il fissaggio scegli polveri micronizzate da utilizzare in piccole quantità solo nelle zone dove il fondotinta tende ad accumularsi (pieghe nasogeniene, rughe glabellari, commessure labiali), mentre il resto del viso può farne a meno.

A make-up ultimato puoi vaporizzare sul viso uno spray per fissare i prodotti già applicati e dare un finish più naturale. Per prevenire i picchi di disidratazione durante la giornata può essere utile portare con sé acqua termale da vaporizzare appena si avverte la sensazione di discomfort.

In caso di contorno occhi delicato, si può optare per linee cosmetiche studiate appositamente per pelli sensibili e ipersensibili che forniscono prodotti come matite occhi e mascara ad alta tollerabilità.

Hai una pelle particolarmente reattiva? La linea cosmetica Avène fa al caso tuo!

Riassumendo: tips per pelli secche

  • Quando detergi il viso non usare acqua troppo calda, meglio tiepida
  • Per asciugare il viso tampona con un asciugamano morbido e senza sfregare
  • Evita eccessive esposizioni ai raggi UV solari o artificiali (lettini solari)
  • Scegli i migliori detergenti delicati, privi di alcol e poco schiumogeni
  • Quando applichi i prodotti massaggia con movimenti circolari in modo da favorirne l’assorbimento e nutrire a fondo la pelle.

L’articolo dedicato alla pelle secca si conclude qua, ma diamo già appuntamento alla prossima settimana per scoprire insieme la skincare più adatta per la pelle grassa! Stay tuned!